Mitologia Orientale

Creature mitologiche cinesi, coreane e giapponesi


1 Commento

Sulla Luna vive un coniglio! (Parte I)

Coniglio lunare

Coniglio lunare (preso da zazzle.co.uk)

Secondo il folclore dei Paesi dell’Estremo Oriente (Cina e Giappone) sulla Luna vivrebbe un coniglio, chiamato coniglio lunare (in cinese 月兔 yuètù e in giapponese 月の兎 tsuki no usagi). Ha origine da una pareidolia (la tendenza istintiva di associare forme familiari ad immagini disorganizzate ) diffusa in Asia, per la quale guardando gli avvallamenti della faccia illuminata della luna piena è possibile intravvedere la figura di un coniglio seduto sulle zampe posteriori al fianco di un pestello di cucina.

Nella mitologia ha avuto origine dall’antica fiaba buddhista Śaśajâtaka, con intenti moralistici.
C’era una volta un anziano viandante, il quale incontrò quattro amici: una scimmia, una lontra, uno sciacallo ed un coniglio. Essi si diedero da fare per cercare qualcosa da mangiare per l’uomo. Continua a leggere

Annunci


Lascia un commento

Trascrizione cinese. Romanizzazione.

La romanizzazione è il metodo che utilizza caratteri latini per pronunciare i caratteri cinesi.

Perché vi voglio parlare della romanizzazione della lingua cinese, se questo è un blog di mitologia orientale? Il motivo è che molti siti riportano diversi sistemi di trascrizione nello stesso testo o utilizzano il sistema di trascrizione del cinese standard ufficiale approvato dalla Repubblica Popolare Cinese (pīnyīn 拼音), generano spesso dubbi e incomprensioni. Mi sembra quindi doveroso chiarire i diversi sistemi adottati.

Partiamo con una breve presentazione dei principali sistemi di romanizzazione: Continua a leggere


1 Commento

Gumiho nei drama e film coreani (Parte II)

Buonasera, oggi vorrei parlarvi di due episodi autoconclusivi che fanno parte rispettivamente di Hometown Legends I e II.

The return of Gumiho: La famiglia Lee nasconde un terribile segreto, credendo che questo le permetta di sopravvivere per generazioni e generazioni, e prosperare indpendentemente dalle circostanze.
La famiglia discende da una volpe a nove code, Quando un membro femmina della famiglia raggiunge la pubertà, deve sottoportsi ad un rituale per determinare se portasse con sè i geni della volpe a nove code. Se li portasse, sarebbe data in “sposa” e non avrebbe più rivisto la famiglia. In verità la “sposa” viene uccisa dagli uomini della famiglia e il suo fegato viene dato in pasto al patriarca della famiglia. Questa tradizione è stata portata avanti per centinaia d’anni e solo i membri maschi ne sono a conoscenza. Ma Lee Myung Ok, portata dalla curiosità, scopre che il matrimonio è solamente una farsa. Continua a leggere


4 commenti

I quattro draghi. Mito cinese.

Tra poche settimane saluteremo l‘anno del drago (龙 Lóng) per entrare in quello del serpente, anche se più precisamente il capodanno cinese corrisponde al 10 febbraio del calendario gregoriano. Per questo ho deciso di trattare gli argomenti riguardanti la figura mitologica del drago, in onore di questo sacro animale apprezzatissimo dai cinesi.
Partiamo da un mito, dai colori fiabeschi…
Una volta, non esistevano ne fiumi o laghi, ma solo il grande Mare d’Oriente, dove vivevamo: il Grande Drago, il Drago Giallo, il Drago Nero e il Drago di Perla.

Continua a leggere


Lascia un commento

Sciamanesimo coreano

Capo sciamana (Drama-The Moon That Embraces Sun)

Capo sciamana (Drama-The Moon That Embraces Sun)

Nello sciamanesimo coreano ogni elemento ha il proprio spirito: c’e la credenza che fantasmi, spiriti e geni (spiriti protettori e guardiani) possano influenzare la sorte di ogni essere umano. La maggior parte degli sciamani sono donne, conosciute come Mudang (무당) o Tangol (당골), esse hanno il potere d’intermediare tra spiriti, déi e uomini (rituale del gut 굿), curare malattie,  praticare l’esorcismo contro spiriti malvagi, comunicare con i morti e condurre gli spiriti dei defunti nell’aldilà. Durante i rituali possono entrare in trance: l’anima della sciamana lascia il corpo per viaggiare in altri mondi. Continua a leggere