Mitologia Orientale

Creature mitologiche cinesi, coreane e giapponesi

I quattro draghi. Mito cinese.

4 commenti

Tra poche settimane saluteremo l‘anno del drago (龙 Lóng) per entrare in quello del serpente, anche se più precisamente il capodanno cinese corrisponde al 10 febbraio del calendario gregoriano. Per questo ho deciso di trattare gli argomenti riguardanti la figura mitologica del drago, in onore di questo sacro animale apprezzatissimo dai cinesi.
Partiamo da un mito, dai colori fiabeschi…
Una volta, non esistevano ne fiumi o laghi, ma solo il grande Mare d’Oriente, dove vivevamo: il Grande Drago, il Drago Giallo, il Drago Nero e il Drago di Perla.


Un giorno i quattro animali decisero di volare verso il cielo per giocare a nascondino.Durante il gioco notarono sulla terra delle persone mettere fuori frutti e torte e bruciare bastoncini d’incenso: essi stavano pregando il Dio dei Cieli di esser clemente con loro e di porre fine al periodo di siccità che da troppo tempo vivevano.
Impietositi dagli esseri umani, decisero di andare dall’Imperatore di Giada per chiedere di aiutare le persone in difficoltà.
L’imperatore fece finta di acconsentire, però passarono dieci giorni senza che una goccia di pioggia fosse caduta e le persone soffrirono di più; alcuni mangiarono la corteccia degli alberi, altri le radici delle erbe, ed altri ancora l’argilla bianca.
I quattro Draghi si rattristarono del fatto che l’Imperatore di Giada si curasse solamente dei piaceri e non avesse mai preso a cuore il popolo, cosi, nonostante il rischio di venir puniti dall’Imperatore di Giada, preferirono salvare le persone e decisero di prendere l’acqua del Mare, in cui vivevano, e spruzzarla verso il cielo per farla cadere sui campi degli uomini.
La gente incredula pianse dalla gioia, alla vista della pioggia!
Ma il dio del Mare riferì dell’accaduto all’imperatore, il quale infuriato ordinò ai generali celesti e alle sue truppe di arrestare i draghi e imprigionarli sotto quattro montagne.
Il dio della Montagna utilizzò i suoi poteri per far volare quattro montagne che schiacciarono le quattro bestie, ciononostante essi non ebbero rimorsi delle loro azioni e determinati ad aiutare per sempre le persone, decisero di trasformarsi in quattro fiumi in grado di passare alte montagne, profonde valli e attraversare il paese da ovest a est. Così si formarono i più grandi fiumi della Cina: Heilongjian (Drago Nero), Huanghe (Fiume Giallo), Chengjian (Yangzi o fiume Azzurro), e Zhujiang (Fiume delle Perle).

Tratto da Fiabe nel mondo

Annunci

Autore: R

Hello, I'm an italian asian otaku ^-^. Cheers.

4 thoughts on “I quattro draghi. Mito cinese.

  1. Pingback: Il Drago Cinese (Parte I) « Mitologia Orientale

  2. Molto bello

  3. Cacca

    Cacca

    Cacca

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...